TI VOGLIO BENE NONNO


"ti voglio bene nonno"

non ho mai detto
Ho visti sorrisi
ed occhietti incantati
di altri bimbi...

"i miei dove sono?
non mi vogliono bene?"
la mia domanda
di un giorno

una carezza
come risposta
un crucccio
non dissolto

poi un giorno
mi dissero di angeli
lassù nel cielo
ma non capivo

Giunse alfine
il tempo della comprensione
e piansi per te
per voi...

Anche io avevo i miei nonni
erano i miei angeli
i più belli, i più amati
.. da me...




TRIPUDIO


Trine di spume salmastre
danzano sull'onde
Sfrontato un legno
di bianche ali vestito
vola sull'acque
sospinto dal vento

Il vento felice
rincorre la rena
in ghirigori impensati
un gabbiano immobile
nell'azzurro garrisce
la sfida alla terra matrigna

Profonde segnano
le orme nostre
la riva bramosa
del liquido abbraccio
lasciando messaggi
di umane presenze

La sabbia lucente
mostra i segni
del nostro incedere piano
....scia di lievi ferite
subito dissolta
dall'umido afflato

Nero uno scoglio
si erge sul mare
Lancia il suo guanto
alle forze giganti
incurante del bacio
ch'erode la roccia

E noi su di lui
ci uniamo alla sfida
gioiosi del sole
dell'aere salmastra
e di quel bianco gabbiano
che domina il cielo

mano nella mano
subiamo il fascino
di ancestrali visioni
L'animo esulta:
sentirsi un tutt'uno...
di tanto tripudio!



TRULLALLERO


Trullallero trullallà
Lasse tutt’e viene a’cà
Ce ne jame chiane chiane
Sus’o mare pare pare.
Siente, u viente s’è jetate
-uè cumpà, statte chetate
a Nennella agghia cantà-
Bella meja, fatte capace
N’omme megghje nun’o trueve
Zite tujo famm’e turnà
Ca se po’ ce ne stè n’otre
Beh! P’o bbene che te vogg'je
D’into o mmare m’a cercà







TU NON CI SEI



Tu

ci sei
quando smarrito
affondo nell’abisso
del mio cuore

tu

ci sei
quando solitario
galleggio in stanze vuote

tu

se affogo
nel dolore

tu

negli appelli ansiosi

tu

nelle mie fantasie
invano ti cerco
Nella mia vita

tu

non ci sei







UN ABISSO DI NULLA


una mano nel cuore
chiusa a pugno
stringe l'anima
in un inferno
di speranze deluse
Sogni trasparenti
Attese inutili
di attimi fuggenti
il fuoco nelle vene
spento da un apostrofo di tempo
dentro di noi il vuoto
di carezze perdute
un abisso di nulla
e noi dentro







UN BACIO VORREI


Un bacio sugli occhi
vorrei darti
ed uno sul collo
le labbra tue lascio libere
per ascoltare il tuo amore

un bacio sulla fronte
vorrei da te
ed un altro sulla guancia
le mie labbra libere
d'urlarti il mio cuore

un bacio sulle labbra
da te, da me
per me, per te
per volare



UN PESO



Un peso sulle mie spalle curve
un pugno nel cuore
i pensieri dilaniano la mente stanca
desiderosa di un sonno restio

Immagini antiche nuove
gioie ed affanni
di una vita presente
di un tempo lontano

Il calvario dei sentimenti
violati
fiori senza profumo
rose di sole spine

Morfeo sogghigna
in un angolo
gode la mia debolezza
si bea di sguardi nel vuoto

Domani
quanti domani ancora
vedranno il vuoto
di altri domani

Sulle mie spalle curve... un peso!







UN TARLO



Un tarlo
ha trovato casa
nella mia mente

Vedo
a me d'intorno
strane vicende

Dire e fare
diversi
da quei di ieri

Un tarlo...

Angoscia
per un bene perso
senza più ritorno

Occhi di cielo
di torbide nubi
ora son pieni

Morbose spire
volteggiano
nell'aria

Un tarlo!






VIVI IN SILENZIO


Vivi in silenzio
le carezze dell'animo tuo
aspettando
che un domani
ti renda la vita
l'amore gioioso
Ora non annullarti
nel vuoto del cuore
se l'amore volge
per altri liti...






VOLEREMO

Voleremo presto
incontro al sole
a scavalcar le nubi
e veder sotto di noi il mondo
e ridere felici, mano nella mano
deridendo il fato beffardo
che contrasti crea
Voleremo alto...
lo sento...
lo vedo...
lo voglio!