Il Milan nel cuore




Curiosità


* Il tipico tifoso del Milan per lunghi decenni del XX secolo apparteneva alla classe popolare e operaia, spesso immigrato dal Sud o dal Triveneto. I tifosi rivali dell'Inter li soprannominavano "Casciavìtt", che in milanese significa "cacciaviti", proprio per indicare l'origine proletaria ed operaia della larga parte dei tifosi rossoneri. A loro volta i tifosi milanisti chiamavano i cugini neroazzurri "bauscia", termine milanese che significa gradasso, per indicare uno degli stereotipi classici dei milanesi, essendo allora la tifoseria neroazzurra composta perlopiù dalle classi medie ed altolocate, di origine prettamente meneghina. Questo divario tra tipo di tifosi si andò spegnendosi già negli anni '60 del secolo passato, sino ad essere ormai totalmente inutilizzabile oggi.

* Il Milan e la Mitropa Cup (o Coppa Europa Centrale). Il club ha partecipato tre volte a questa manifestazione e, nel 1929, dopo due combattutissime partite con il Genoa, entrambe concluse in parità dopo i supplementari, fu beffato al sorteggio, perdendo il diritto ad essere il primo club italiano a partecipare ad una competizione europea. Le tre partecipazioni risalgono al 1938, 1966, e 1981-1982. Nel 1938 il trofeo equivaleva all'attuale UEFA Champions League ed il Milan fu eliminato negli ottavi dai romeni del Ripensia Timisoara (3-1; 0-3); nel 1966 equivaleva all'attuale Coppa Intertoto e fu eliminato negli ottavi dalla Dinamo Zagreb (0-0; 0-1); nel 1981-1982, quando il trofeo era riservato ai club vinictori del campionato di serie B e si disputava con un girone all'italiana, il Milan (retrocesso l'anno prima per il calcio-scommesse) lo vinse precedendo Vitkovice, Osijek e Haladas. Questi i risultati: Milan- Vitkovice 3-0, 1-2; Milan-Osijek 2-1, 1-1; Milan-Haladas 2-0,1-0.

* Il Milan non ha mai vinto la Coppa Uefa, competizione dove ha raggiunto due volte la semifinale: nel 1971-1972 contro il Tottenham Hotspur (1-1 ; 1-2), e nel 2001-2002 contro il Borussia Dortmund (0-4 ; 3-1). Da notare che nelle tre partecipazioni degli ultimi venti anni (1987-1988; 1995-1996; 2001-2002) il Milan è stato sempre eliminato dalla squadra finalista perdente: Espanyol (0-2; 0-0), Bordeaux (2-0; 0-3) e Borussia Dortmund (0-4; 3-1).

* Il club detiene il record di imbattibilità nel campionato di Serie A (58 partite) ed il record di vittorie della classifica marcatori del campionato di Serie A (16 volte): 5 con Nordahl, 3 con Boffi, 2 con Shevchenko e Van Basten, 1 con Altafini, Prati, Rivera, Virdis.

* La squadra in campionato, oltre ai 17 scudetti, si è classificata 15 volte seconda e 15 volte terza. In oltre 100 anni di storia, la società è arrivata tra le prime tre posizioni nel 46% dei casi.

* Il Milan ha disputato 26 finali nelle principali competizioni internazionali, un record: 10 in Coppa dei Campioni-Champions League (6 vittorie), 3 in Coppa delle Coppe (2 vittorie), 6 in Supercoppa Europea (4 vittorie), 7 in Coppa Intercontinentale (3 vittorie). Nella stagione 1993-1994 la squadra rossonera ha giocato le finali della Supercoppa Europea (contro il Parma) e della Coppa Intercontinentale (contro il Vélez Sarsfield) per delibera della UEFA in seguito all'esculsione per illecito dell'Olympique Marsiglia campione d’Europa 1993.

* Sono 5 i giocatori che hanno vinto il Pallone d'Oro quando vestivano la maglia del Milan:Gianni Rivera (1969), Ruud Gullit (1987), Marco van Basten (1988, 1989 e 1992), George Weah (1995) e Andriy Shevchenko (2004), anche se nel 1987 Gullit giocò sia nel Psv Eindhoven che nel Milan, e nel 1995 Weah giocò sia nel Paris Saint-Germain che nel Milan. In totale i Palloni d'Oro finiti in via Turati sono 7. Solo la Juventus ha fatto meglio (8).

* Nei 72 campionati (sui 74 totali di serie A) disputati, il Milan ha preceduto l'Internazionale 35 volte ed altrettante volte ha finito il campionato dietro ai cugini. Inoltre, per due volte, i clubs hanno chiuso il campionato appaiati: nel 1957-1958 e nel 1990-1991, con il Milan avanti all'Inter, in entrambi i casi, per differenza-reti. Gli atri due sono i campionati di serie B. Da notare che anche nel 1945-1946 si verificò una situazione simile: l'Inter precedette il Milan nel campionato Alta Italia, mentre il Milan chiuse il girone finale davanti ai neroazzurri.

* Dopo la stagione 1997-98,al capitano di tante battaglie Franco Baresi è stata ritirata la mitica maglia numero 6. Stessa cosa che succederà per Paolo Maldini: nessuno indosserà più la sua numero 3.

* Gunnar Nordhal detiene il record di marcature nel Milan (221, delle quali 210 in serie A), ma questo record non sarebbe mai stato possibile se la Juventus non avesse soffiato ai rossoneri il danese Plogger, diretto al Milan per metter nero su bianco il contratto. Per risarcire i rivali, l'avvocato Agnelli mandò ai meneghini il poderoso svedese, già opzionato dai bianconeri.

* Marco Van Basten, indimenticato centravanti rossonero dal 1987 al 1993, che dovette abbandonare la carriera per problemi a una caviglia a 29 anni non ancora compiuti, segnò il primo e l'ultimo gol della sua carriera nel Milan allo stesso portiere, Nista: il primo nell'agosto del 1987 in Pisa-Milan, l'ultimo il 9 maggio 1993 ad Ancona. Entrambe le partite, curiosamente, si chiusero sul 3-1 in favore dei rossoneri.

* Il 23/05/2007 la squadra rossonera, con la vittoria nella Champions League, ha conquistato il 16° trofeo internazionale, raggiungendo così, in questa speciale e prestigiosa classifica, la squadra brasiliana del Boca, con la quale divide il primato.