Giuseppe Arcimboldi


(Firenze 1486 - 1530) - (Milano, 1527 – Milano, 11 luglio 1593)-Noto soprattutto per le sue grottesche "Teste Composte", ritratti burleschi eseguiti combinando tra loro, in una sorta di Trompe-l'œil, oggetti o cose dello stesso genere (prodotti ortofrutticoli, pesci, uccelli, libri, ecc) collegati metaforicamente al soggetto rappresentato, in modo da desublimare il ritratto stesso.
Figlio del pittore Biagio e di Chiara Parisi, si formò con il padre, con il quale appare registrato negli Annali della Fabbrica del duomo di Milano dal 1549. Per il duomo, Giuseppe eseguì entro il 1558 i disegni di alcune vetrate e, nello stesso anno, per il duomo di Como, disegnò il cartone per l’arazzo con il Transito di Maria. Alla stessa epoca risale l’affresco con l’Albero di Jesse nel duomo di Monza, mentre nel 1562 egli fu chiamato a Praga, alla corte imperiale di Ferdinando I, come ritrattista. Al 1563 risale la prima serie delle Stagioni, cui fammo parte l’Estate e l’Inverno oggi a Vienna (Kusnthistorisches Museum). Arcimboldi mantenne la carica di ritrattista anche sotto i regni dei successori di Ferdinando, Massimiliano II e Rodolfo II. Al 1566 è datata la serie dei Quattro Elementi, dei quali l’Acqua e il Fuoco si conservano a Vienna, mentre nello stesso anno il pittore è documentato in Italia, per un breve soggiorno. Per Massimiliano II, Arcimboldi svolse anche attività di scenografo, ideatore di apparati effimeri e costumi, musico e poeta, e, nel 1570, prese parte attiva ai festeggiamenti in occasione del matrimonio della figlia dell’imperatore, Elisabetta, con Carlo IX di Francia.
Nel 1577 eseguì una nuova serie di Stagioni per Rodolfo II, che lo incaricò inoltre di recarsi in Baviera per arricchire la sua collezione di antichità e meraviglie. Nel 1587, pur rimanendo in ottimi rapporti con l’imperatore, al quale inviò nel 1591 il bellissimo ritratto in veste di Vertumno, Arcimboldi fece ritorno a Milano, ormai sessantenne. Il ritratto piacque talmente a Rodolfo II, che il pittore fu nominato nel 1592 conte palatino, un solo anno prima della sua morte, avvenuta a Milano l’11 luglio 1593.



Acqua
Flora
Fuoco

Autunno
Estate
Inverno

Primavera
Rodolfo II° - Vertumno
La Terra
Il bibliotecario
Albero di Jesse







indietro HOME avanti