Andrea Del Sarto


(Firenze 1486 - 1530) - Al secolo Andrea d'Agnolo, deve il suo soprannome al padre, era sarto in Firenze. Gli affreschi dell'atrio della SS. Annunziata (ca 1510) con Scene della vita di S. Filippo Benizzi sono le prime opere sicure e rivelano l'impegno monumentale e architettonico che pone A. in rapporto col classicismo romano e con Michelangelo e Raffaello . Nel 1511 nel chiostro della SS. Annunziata affrescò il Corteo dei Magi e nel 1514 la Nascita della Vergine. Fra il 1512 e il 1526, per il chiostro degli Scalzi, compì un ciclo di affreschi con nove Storie di S. Giovanni Battista e quattro Virtù, e dipinse la Madonna delle Arpie (1517, ora agli Uffizi). Dopo un soggiorno in Francia (1518-19), tornato a Firenze, iniziò gli affreschi del Tributo a Cesare (1521) nella villa medicea di Poggio a Caiano, che non portò a termine. Come ritrattista ha lasciato lo Scultore (1524, Londra, National Gallery), il Ritratto di ragazza e l'Autoritratto degli Uffizi. Fra le sue ultime opere le più importanti sono: la Sacra Conversazione di Berlino, i quattro Santi degli Uffizi (1528) e la Madonna del Sacco (1525), lunetta affrescata nel chiostro dell'Annunziata.

Autotitratto
Disputa sulla Trinità
Ritratto di scultore

Madonna delle Arpie
Madonna con Bambino e Ss Caterina Elisabetta e Giovanni
Madonna con Bambino e San Giovannino

Pietà
Sacrificio di Isacco
San Giovanni Battista
Santa Famiglia con San Giovanni Battista


Madonna del sacco







indietro HOME avanti