Pinacoteca
I contemporanei



Arman
( Armand Fernandez )
Nizza, 17/11/1928; New York, 22/10/2005

Comincia a dipingere a 10 anni e sarà ammesso alla scuola di Arti Decorative di Nizza nel 1946.
A 19 anni incontra Y. Klein e C. Pascal, che diventeranno i suoi due amici più cari. Era solito inserire nelle sue tele strumenti musicali infranti. Importante il periodo delle accumulazioni(scarpe, monete, orologi, pennelli, tubetti di colore ecc..)
Nel 1956, invento’ i “cachets”, tamponi inchiostrati che, moltiplicati, formano impronte sulla tela, giocando con il colore degli inchiostri.
Nel 1958 autentica un errore di stampa nel biglietto d'invito ( Armand scritto senza "d ") e cambia la sua firma.
Firmerà il manifesto del Nuovo Realismo nel 1960. Questi anni rappresentarono per l’artista quelli delle Accumulazioni, inclusioni in telai di vetro o di poliestere. Le Combustioni appaiono nel 1963. Due anni piu’ tardi si dirige verso l’assemblaggio di elementi meccanici. Nel 1972 prese la nazionalità americana.
Arman ha spezzato, tagliato, sezionato, ha accumulato, deviato, bruciato, rotto, distrutto, sostenendo il ruolo di testimone di una cultura Muore di cancro a New York di venerdì